Attenti a cosa mangiamo


APERTA LA STRADA PER I VACCINI ALIMENTARI

 

La protezione anti-influenzale annuale potrebbe presto essere semplice come ingerire un cucchiaio di yogurt, con i risultati di uno studio innovativo dello scienziato  australiano Barry Marshall, spianando la strada per il cibo a base di vaccini.

Il successo di una sperimentazione umana del Sir Charles Gairdner Hospital è visto come un passo importante rivoluzionario dall’industria multi-miliardaria globale, permettendo vaccini da produrre rapidamente ed economicamente.

Il dottor Marshall sta usando lo stesso batterio Helicobacter pylori che lui e il suo collega scienziato Robin Warren scoprirono come causa delle ulcere allo stomaco, guadagnandosi il premio Nobel per la Medicina nel 2005.

Egli ha dimostrato che i ceppi del batterio innocuo possono trasportare vaccini senza causare effetti collaterali negativi.

 

Risultati dello studio di 30 pazienti, rilasciato al quinto Congresso mondiale del vaccino tenutosi in Asia a Singapore, hanno mostrato che i ceppi non hanno avuto effetti negativi sullo stomaco pur continuando a produrre una risposta immunitaria.

“Possiamo avere un repertorio di ceppi, alcuni dei quali rimarranno nel corpo per breve termine, forse mesi, quindi può essere utile per cose come l’influenza stagionale, mentre altri possono rimanere nel corpo a lungo termine per proteggere da malattie come la malaria”, ha detto.

“Sappiamo che circa la metà delle persone nel mondo sono portatrici di Helicobacter senza causare alcun sintomo quindi sapevamo che questo approccio era sicuro.

Il dottor Marshall e la società privata Ondek hanno già brevettato ed analizzato i ceppi geneticamente modificati, consentendo loro di produrre una sorta di “certificato di nascita” quando ci si avvicinano ai regolatori di salute.

Ondek stava cercando l’approvazione per un altro giro di studi clinici nei quali un gene del virus influenzale sarebbe stato attaccato dai batteri.

Il dottor Marshall ha detto che il batterio stimola il sistema immunitario dell’organismo a produrre anticorpi, ma i batteri sono stati anche in grado di eludere gli anticorpi continuando a riprodursi nello stomaco. Sperava di utilizzare questa attività naturale come un modo di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi per malattie come l’influenza suina e l’influenza stagionale, ed eventualmente utilizzarla per proteggere una miriade di malattie, tra cui la malaria e il colera.

La tecnica potrebbe fornire insulina per i diabetici o essere utilizzata nei vaccini immunoterapici per l’asma.

I vaccini potrebbero inoltre essere messi nell’acqua potabile del bestiame per prevenire l’afta epizootica.

traduzione: AltraNews

fonte: au.news.yahoo.com

Pubblicato da Daniele L

Annunci

Informazioni su totolemako

vecchio studente con curiosità nuove e infinite delusioni dalla stampa omologata Vedi tutti gli articoli di totolemako

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: