RU 486: la doppia morte.


 La sconcertante sicurezza di Silvio Viale

E’ notizia recentdata:text/mce-internal,issima la morte di una donna dopo la somministrazione della pillola abortiva RU 486. Il fatto è avvenuto a Torino e una delle due vittime (la prima, ricordiamolo, è il bimbo che portava in grembo) è una signora di 37 anni, sana e già madre di un altro figlio. Il decesso, a quanto risulta dagli organi di stampa, è avvenuto a seguito di crisi respiratoria.

di Rita Bettaglio.

PericoloDiMorteImmediata la reazione del prof. Silvio Viale, da sempre paladino della morte in utero procurata, chimica o meno che sia.

“Non vi è alcun nesso teorico di causalità con il mifepristone, la pillola Ru486, perché non ci sono i presupposti farmacologici e clinici”, ha dichiarato con una sicurezza irreale.

Irreale perché non lo può sapere, perché  non è stata ancora eseguita un’indagine autoptica. Le sue non sono parole di un uomo di scienza (o anche solo di ragione), ma di uno che parla per ideologia. Di quelli, per intenderci, che quando la realtà cozza con l’ideologia, tanto peggio per la realtà.

Non ci vuole molto, infatti, a trovare in rete i dati circa gli effetti avversi, morte compresa della RU 486. La fonte non è qualche associazione pro-life, ma  la FDA, l’agenzia statunitense preposta a vigilare sulla sicurezza di farmaci e alimenti.

Al 30/04/2011 negli Stati Uniti gli eventi avversi occorsi a seguito di somministrazione di RU 486 sono stati 2207 e le morti 14. Le donne che hanno avuto necessità di ricovero sono state ben 612.

Se questi dati li ho potuti consultare io, come mai sembrano ignoti al prof. Viale?

Il problema vero, però, non è se la pillola sia letale. Sia lei che le ‘tradizionali’ tecniche abortive (comprese le pompe da bicicletta della signora Bonino) sono letali: ammazzano i bambini. E’ il loro scopo, il loro fine, il loro obiettivo. Punto.

Talora a morire sono in due, come in questo caso. Ma uno muore sempre ed è sempre quello che non si può difendere.

E la madre, anche se biologicamente sopravvive al figlio, non sarà mai più la stessa. Qualcosa dentro di lei resterà spezzato per sempre e, lo dicono psichiatri e psicologi, ne porterà la sofferenza tutta la vita.

Ma per il prof. Viale è tutto a posto: lui è già nato. A morire sono gli altri.

.

CLICCA QUI per leggere i dati su ricoveri e decessi negli USA, conseguenti all’assunzione della RU 486

ru486-structure

http://www.riscossacristiana.it/ru-486-la-doppia-morte-la-sconcertante-sicurezza-di-silvio-viale-di-rita-bettaglio/

 

Informazioni su totolemako

vecchio studente con curiosità nuove e infinite delusioni dalla stampa omologata Vedi tutti gli articoli di totolemako

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: