VACCINI: I BAMBINI USATI COME CAVIE


 PER INGRASSARE LA GLAXO

di Gianni Lannes

Perché lo Stato italiano, o meglio i vari e numerosi governi attentano alla vita e alla salute dei bambini? Certo, anche tanti pediatri (analfabeti funzionali) o venduti al miglior offerente fanno la loro parte per instillare la paura soprattutto nelle mamme. Ecco finalmente una buona notizia: la Procura della Repubblica di Trani ha aperto un’indagine giudiziaria. Così, in effetti, ha nominato una commissione di esperti per valutare la situazione a fondo di questi abusi istituzionali perpetrati dai camici bianchi sulla pelle di chi non può difendersi.

Ma se i vaccini obbligatori in Italia sono quattro – poliomielite, epatite B, tetano, difterite – allora come mai viene somministrato l’esavalente Infanrix Hexa prodotto dalla famigerata Glaxo anche a bimbi appena nati? Pertosse e meningite non sono obbligatorie. Prove alla mano, esattamente dal 2004 è sparito nel Belpaese il vaccino quadrivalente. Come mai primo ministro pro tempore, Matteo Renzi?

Le aziende sanitarie locali sotto l’impulso e le direttive del cosiddetto ministero della “salute”, iniettano abusivamente ai minori il siringone esavalente, violando impunemente i diritti dei bambini alla salute (violazione dell’articolo 32 della Costituzione). In altri termini le ASL propagandano vaccini facoltativi per obbligatori inviando l’invito perentorio ai genitori, inducendoli in errore, in palese contrasto con legislazione in vigore. Sempre le ASL non informano dei rischi e pericoli, e non valutano mai preventivamente la funzionalità del sistema immunitario dei pargoli.

Ecco un altro esempio ben documentato. L’invito delle istituzioni sanitarie locali all’inoculazione del vaccino contro Morbillo-Parotite-Rosolia e Varicella, la cui obbligatorietà non è contemplata nel Piano Nazionale Vaccinazioni 2012-2014, né è mai stata stabilita o prevista in passato.

Oltre al trivalente Priorix, già due vaccini tetravalenti (Morbillo Parotite Rosolia Varicella) – Priorix Tetra e Proquad – nel 2011 hanno richiamato l’attenzione oltre il livello di guardia da parte del Working Group Pediatrico dell’Agenzia italiana del farmaco (AIFA).

Proprio gli esperti di Stato tricolore hanno stimato che nei bambini tra 12-23 mesi di età si hanno da 7 a 9 casi di convulsioni febbrili ogni 10 mila bambini vaccinati con vaccino tetravalente (Morbillo Parotite Rosolia Varicella) e 3-4 casi ogni 10 mila bambini vaccinati con il vaccino trivalente (Morbillo Parotite Rosolia) e il vaccino monovalente Varicella somministrati separatamente.

In sostanza, l’AIFA conferma indirettamente che il vaccino trivalente MPR è assolutamente insicuro, ossia pericoloso. Infatti, il 10 ottobre 2012 il Ministero della Salute ha emanato una nota aggiuntiva di Indicazioni in merito alla somministrazione della vaccinazione contro la varicella in età pediatrica. Attualmente non sono note evidenze a favore della co-somministrazione del vaccino tetravalente MPRV e del vaccino antimeningococco C e tale eventualità non è contemplata nella scheda tecnica dei due vaccini.

E’ fondamentale che i genitori siano realmente informati del rischio aggiuntivo associato alla somministrazione del tetravalente come prima dose a 13-15 mesi. In accordo con quanto indicato dall’AIFA, si ribadisce la necessità dell’attenta sorveglianza delle reazioni avverse a vaccino tetravalente MPRV da parte delle Regioni.

Il 17 aprile 2013 è stata pubblicata una nota dell’AIFA di “Aggiornamento sul rischio di febbre e convulsioni febbrili dopo somministrazione della prima dose di vaccino tetravalente morbillo, parotite, rosolia e varicella”. Anche da questo ultimo documento emerge come, i bambini siano oggetto di sperimentazione attiva. Non a caso, nelle avvertenze dell’AIFA va letta l’esortazione finale a “segnalare al Responsabile di Farmacovigilanza qualunque eventuale sospetta reazione avversa”.

Nel “Rapporto AIFA sulla sorveglianza postmarketing in Italia dei vaccini − Anno 2012”, dove sono riportate le segnalazioni ricevute nel 2012 per le vaccinazioni contro Morbillo, Parotite, Rosolia e Varicella che riguardano essenzialmente i vaccini trivalenti MPR Priorix e M-M-R-VaxPro da soli o in co-somministrazione con i due vaccini contro la varicella Varivax e Varilrix, e il tetravalente MPRV Priorix Tetra.

I dati nazionali quindi hanno confermato il trend già osservato in precedenza di una maggiore frequenza di convulsioni febbrili in particolare dopo la prima dose. Tra le segnalazioni di reazioni gravi segnalate dopo somministrazione di Priorix è incluso un caso di shock anafilattico, con esito di completa risoluzione, insorto in un ragazzo di 17 anni vaccinato contemporaneamente contro il meningococco. Seguono per numerosità le segnalazioni di sospette reazioni avverse a MMRVaxPro (vaccino MPR) con una più alta percentuale di casi gravi sia rispetto all’anno precedente sia rispetto agli altri vaccini MPR. In due segnalazioni è stato riportato l’esito fatale in bambini con condizioni patologiche che, proprio per questa concomitanza, non dovevano essere vaccinati con un vaccino a virus vivi. Da evidenziare un caso di anemia emolitica Coombs negativa, insorta in una ragazzina di 13 anni pochi giorni dopo essere stata vaccinata contemporaneamente contro il meningococco, tetano e difterite (Diftavax).

La Sindrome Autistica, ad oggi, è ormai considerata a tutti gli effetti come un disordine di origine neurologica contemplato nei documenti aziendali delle industrie farmaceutiche, alla voce reazioni avverse, per le vaccinazioni proposte in età neonatale.

I vaccini non sono né sicuri né efficaci. Basti pensare che nell’Italietta delle banane l’allora ministro della sanità Francesco De Lorenzo, dietro pagamento di congrua mazzetta di 600 milioni di lire (ammessa nel processo per cui è stato condannato), a far promulgare l’obbligatorietà del vaccino per l’epatite B.

RIFERIMENTI:
http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/raccomandazioni-del-working-group-pediatrico-dellaifa-su-utilizzo-dei-vaccini-mprv

http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=0&codLeg=44156&parte=1%20&serie=

http://www.sefap.it/web/upload/comunicato_AIFA_MPRV.pdf

http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/Rapporto_sulla_sorveglianza_postmarketing_dei_vaccin_%20in_Italia_Anno_2012.pdf
http://www.aacp.com/pdf%2F2103%2F2103ACP_Research1.pdf

http://youtu.be/kTU0843pXJU

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=VACCINI

Pubblicato da Gianni Lannes

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/10/vaccini-i-bambini-usati-come-cavie-per.html

Annunci

Informazioni su totolemako

vecchio studente con curiosità nuove e infinite delusioni dalla stampa omologata Vedi tutti gli articoli di totolemako

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: