La vera sfida sono le altre persone


comedonchisciotte-controinformazione-alternativa-veganbambino-620x330Incontriamo i genitori che crescono i figli vegani

DI SARAH MARSH

theguardian.com

Il numero di vegani nel Regno Unito è schizzato in su del 350%, arrivando a 542.000 persone in un decennio. Questo incremento sembra essere trainato dai giovani – quasi la metà dei vegani hanno tra i 15 e i 34 anni. Qualcuno di loro sceglie di crescere anche i figli nello stesso modo. Per molti, l’idea di far seguire ad un bambino una dieta vegana è di difficile comprensione. Qui, alcuni genitori spiegano come sia possibile crescere dei bambini con una dieta a base vegetale in modo sicuro.

Steffi Rox, 33 anni, di Torquay, nel Devon: È facile per noi assumere calcio, perché siamo una famiglia che ama il cavolo nero
Steffi and her son

Sono stata vegetariana fin dall’età di 6 anni. Fu una mia scelta, che provocò grande sgomento nei miei genitori. Poi, qualche anno fa, sono passata al veganismo e a quel punto ho fatto diventare vegano anche mio figlio (che allora aveva due anni).

Durante la transizione verso uno stile di vita vegano mi sono unita a molti gruppi online di genitori vegani, sia per avere supporto, sia per trovare consigli. Esistono anche numerosi siti da cui ho potuto trarre informazioni e indicazioni, come ad esempio Vegan Society e Viva. Non ho parlato troppo della nostra scelta con altri genitori non-vegani, ma coloro che lo sanno mi hanno supportata, ad esempio preparando qualcosa di speciale alle feste di compleanno dei bambini in modo che mio figlio non fosse escluso.

Non abbiamo discusso con un medico la scelta di diventare vegani poiché mi sono resa conto che essi sono poco preparati sul tema della nutrizione, perciò abbiamo fatto una chiacchierata con alcuni nutrizionisti, che sono stati molto incoraggianti e hanno approvato pienamente i benefici per la salute di uno stile di vita vegano.

Mi sono documentata sui bisogni dei bambini vegani e mi sono accertata che mio figlio assumesse tutti i nutrienti in modo corretto e tutto il resto. Per noi è semplice assumere abbastanza calcio perché siamo una famiglia che adora il cavolo nero, e il cavolo nero è un’ottima fonte di calcio, che prendiamo anche dal latte vegetale con aggiunta di calcio, dai ceci e da altri vegetali a foglia verde. Va detto che il calcio viene assorbito molto più facilmente se preso da questi alimenti piuttosto che dal latte vaccino ed è di gran lunga più salutare, perciò non ho alcuna preoccupazione riguardo al calcio. Evitando i latticini abbassiamo, tra l’altro, il rischio di patologie come l’osteoporosi e alcune forme di cancro.

Ho toccato con mano i benefici per la salute dell’essere vegana (ad esempio, sono anni che non ho un raffreddore) e anche mio figlio non si ammala. Prima di diventare vegano si prendeva malanni in continuazione, ma adesso la situazione è completamente cambiata.

Ciò che posso consigliare è di documentarvi prima di affrontare questo cambiamento, non solo per assicurarvi che vostro figlio abbia una dieta salutare ma anche perché così sarete pronti a rispondere a qualsiasi commento negativo che riceverete e potrete rispondere in modo competente ad ogni domanda. Sfortunatamente, la gente può essere davvero disinformata riguardo a quanto sana sia la dieta vegana e può essere contraria ad essa a priori, perciò è utile essere in grado di dare loro informazioni corrette sull’argomento.

Jamie Paton, 26 anni, di Fife, Scozia: Sappiamo che stiamo facendo la cosa migliore per la nostra bambina

Harley
Fotografia: Jamie Paton

Abbiamo sempre voluto che nostra figlia fosse vegana ma, all’inizio, non eravamo sicuri su come gestire la cosa. Sono davvero molto sensibile riguardo all’etica del veganismo e volevamo che la nostra bambina fosse compassionevole, ma eravamo anche consapevoli dei benefici sulla salute di questo regime alimentare.

La transizione non è stata difficile. L’abbiamo affrontata quando Harley aveva quattro mesi. Ad Harley piacciono molto la frutta e le verdure. Abbiamo provato a proporle la finta “carne” vegetale ma lei non l’apprezza molto e così tendiamo a rimanere fedeli ad una dieta a base vegetale ricca di cibi integrali. Riguardo a come spiegheremo tutto ciò a lei quando sarà più grande, pensiamo semplicemente di chiarirle perché non mangiamo animali. Come genitori speriamo che lei decida di rimanere vegana, ma in fin dei conti la scelta è sua. Per il momento siamo rigorosi con lei perché mangiare prodotti di origine animale significa uccidere un altro essere vivente ed è qualcosa a cui siamo totalmente contrari.

Potrebbe sembrare che crescere un figlio vegano sia difficoltoso, ma al giorno d’oggi ci sono molte opzioni tra cui scegliere. L’unico aspetto difficile è il giudizio degli altri genitori. All’inizio ne abbiamo incontrato un bel po’: ci è stato detto che si trattava di un maltrattamento verso nostra figlia e che era da pazzi, e che non avremmo dovuto imporle questa scelta. Tuttavia, adesso siamo genitori sicuri di noi e sappiamo che stiamo facendo il meglio per la nostra bambina, per gli animali e per il pianeta.

Per stare tranquilli abbiamo voluto essere certi che Harley avesse tutti i nutrienti di cui ha bisogno, come ferro, calcio, eccetera. Facciamo tutto ciò attraverso il cibo che mangia. Ci assicuriamo anche che mangi molti vegetali a foglia verde e cibi ad alto contenuto di carboidrati e poveri di grassi. Le proteine non sono mai state una preoccupazione perché sappiamo che il cibo che mangia ne contiene a sufficienza e che questo è solo uno dei tanti pregiudizi sull’alimentazione vegana.

Ho creato un podcast sul veganismo e parlo con attivisti vegani provenienti da tutto il mondo, tra cui molti genitori vegani. Ho parlato con l’autorevole autrice di libri per bambini sul veganismo Ruby Roth e mi è stata di grande aiuto con Harley (come lo è stato lo YouTuber Vegan Geezer). Mi hanno detto come gestire i giudizi della gente e di ricordarmi che quando gli altri ti giudicano per quello che fai molto probabilmente non ne sanno un granché sullo stile di vita vegano.

Sentirete molte persone dirvi che non potete crescere un figlio vegano perché non sarà in salute e gli mancheranno le energie necessarie. Questo è assolutamente falso, perciò siate convinti di ciò che state facendo e se avete bisogno di aiuto appoggiatevi alla comunità vegana perché loro ci sono sempre per voi.

Charlotte Farndon, 31 anni, nord di Londra: George sa perché è vegano e pensa che sia una ragione molto importante

Wheatgrass overnight oatmeal,kiwi, pumpkin seeds, sesame seeds, linseed, chia seed

George, che adesso ha quattro anni, è vegano da circa due anni. Già prima eravamo vegetariani e abbiamo preso questa decisione a livello familiare. Le persone mi domandano spesso perché non abbiamo aspettato che fosse lui a chiedere di diventare vegano. Conosco alcune famiglie vegane che crescono i loro bambini vegetariani. Tuttavia, se credi in qualcosa dal punto di vista etico come genitore dovresti trasmettere questi valori ai figli. Sta a lui cambiare idea o metterla in discussione quando sarà più grande ma, come insegno a mio figlio a dire per favore e grazie, non vedo perché non dovrei insegnargli ad essere vegano dal momento che credo sia la cosa giusta.

Non penso che si ricordi com’era prima di diventare vegano, ma è un bambino sveglio e si rende conto di essere vegano. Sa di essere differente da altri studenti (credo che sia l’unico vegano della sua scuola) e ne è davvero orgoglioso. George non può mangiare il pranzo della mensa come la maggior parte degli altri bambini e quando a scuola preparano ciambelle al miele, gelatine o torte, è l’unico a non assaggiarle. Ma questo non lo infastidisce affatto e le maestre conoscono le sue esigenze nutrizionali. Quando George mi racconta che a scuola c’era la gelatina dice che non ha voluto mangiarla perché è fatta di maiale morto.

Non siamo stati dal nostro medico di famiglia quando siamo diventati vegani ma ho diversi amici medici e sono sorpresi di quanto la dieta di George sia sana. Abbiamo chiesto loro consigli e abbiamo fatto ricerche approfondite online. Da allora George ha fatto anche un esame del sangue. Una dieta vegana può essere davvero molto sana, piena di fibre, ferro, proteine e ricca di vitamine, minerali e altre sostanze nutritive ma ci sono degli integratori decisamente necessari per i bambini, come il calcio e la vitamina B12. Un bambino vegano può assumere molta B12 e calcio attraverso alimenti di origine vegetale e latte vegetale, ma un integratore è opportuno per assicurare un quantitativo adeguato. Non tutte le diete vegane sono uguali e così come si può avere una dieta onnivora sana o poco sana, si può avere una dieta vegana salutare o non salutare.

Non baserei la dieta di un bambino vegano su carboidrati raffinati come pane bianco a colazione, pasta a pranzo e pizza con formaggio vegano a cena. Di solito, un vegano compie molte ricerche per pianificare la dieta del proprio figlio. Non solo veniamo regolarmente interrogati su di essa, ma abbiamo fatto una scelta consapevole di essere diversi dalla norma e, il più delle volte, sulla base di una ricerca approfondita.

George sa perché è vegano, cosa che riteniamo estremamente importante, nonché una delle principali ragioni per cui non vive l’esclusione di altri cibi come una privazione. Mangiamo molti fagioli, lenticchie, cavolo nero e quinoa e George mangia con gusto un intero piatto di spinaci. Si prepara la colazione da solo e si sente coinvolto nella preparazione del nostro cibo. È molto orgoglioso di essere vegano: crede che stia salvando l’ambiente e gli animali e, al tempo stesso, stia rendendo se stesso più forte.

brown rice, sun dried tomatoes, grilled aubergine, peppers, olives, mixed beans, courgette
  Un piatto vegano preparato per George a base di riso integrale e verdure grigliate
Rachel Wells, 28 anni, del Bedfordshire: La preparazione è fondamentale e di certo mi ha resa più organizzata

Mio figlio adesso ha 15 mesi. Non ho ricevuto sostegno all’allattamento e perciò è stato nutrito con latte artificiale fin dall’inizio e ora è vegano perché lo sono io. Io sono vegana prima di tutto per ragioni etiche, in secondo luogo per motivi salutistici e ambientalisti.

Mi sono documentata online, leggendo articoli e parlando con altri genitori vegani prima di prendere questa decisione. Ne ho parlato anche con il mio medico e mi ha raccomandato first steps nutrition come fonte d’informazione.

Il consiglio che mi sento di dare è che la preparazione è fondamentale poiché non esistono molti cibi vegani pronti in un attimo. Non è per niente complicato, tuttavia, e ci si abitua a leggere le etichette. Preparo da zero la maggior parte del nostro cibo, così so con certezza cosa ci metto dentro.

La vera sfida sono le altre persone, soprattutto online, dove i vegani vengono spesso giudicati. E i componenti della famiglia che sono convinti che mangiare carne sia indispensabile.

Essendo vegano fin quasi dalla nascita, sarà più facile per lui capire che dobbiamo prenderci cura della Terra e degli animali e gli spiegherò perché altri mangiano animali e bevono latte animale. Cerco di non far passare come normali gli svaghi non-vegani come zoo e fattorie, in modo da non disorientarlo, e questo vale anche per i programmi televisivi.

Indubbiamente le sue condizioni di salute non sono cambiate ma, rispetto ad altri bambini piccoli, si ammala molto raramente. Gli altri genitori sono curiosi e forse un po’ intimiditi. Spesso tendono a criticare, ma se nutri tuo figlio di un anno con McDonalds e gli dai bevande gassate devi fare due chiacchiere con te stesso prima di poter puntare il dito verso gli altri.

e i lettori del Guardian

Fonte: http://www.theguardian.com

Link: https://www.theguardian.com/commentisfree/2016/jul/19/parents-raising-vegan-babies

19.07.2017

Traduzione per http://www.comedonchisciotte.org a cura di ELEONORA FORNARA

http://comedonchisciotte.org/incontriamo-i-genitori-che-crescono-i-figli-vegani/

 

Annunci

Informazioni su totolemako

vecchio studente con curiosità nuove e infinite delusioni dalla stampa omologata Vedi tutti gli articoli di totolemako

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: