Qualcuno parla già di «incubo»?


Le vaccinazioni, e il resto

Secondo il ministero della Salute, nei primi mesi del 2017 è esplosa un’epidemia di morbillo. Qualcuno parla già di «incubo». Al 23 maggio si contavano 2.581 casi dall’inizio dell’anno (lo 0,004% della popolazione nazionale). In tutto il 2016 erano stati 866, nel 2015 solo 259. Secondo il ministro Lorenzin e diversi esperti, il picco sarebbe dovuto al calo delle vaccinazioni passate dal 90% (2013) all’85% (2015) di copertura. Osservando gli anni passati, nel 2008 vi furono 5.312 casi (+793% rispetto all’anno precedente) preceduti da un aumento della copertura vaccinale simmetrico al calo oggi lamentato: dall’86% (2004) al 90% (2007). Nel 2011 i casi erano 4.671 quando ormai la copertura si era ininterrottamente attestata sul 90% o più nei cinque anni precedenti. Su quale base statistica si afferma quindi che l’epidemia del 2017 è dovuta al minor numero di vaccinazioni?

Elaborazione pedante su dati OMS, EpiCentro (al 23/05/2017).

Continua a leggere


Alcuni bambini sono meno uguali degli altri.


Olocausto vaccinale: Alcuni bambini sono meno uguali degli altri

Il propagandista demagogico deve quindi essere sempre un dogmatico. Ogni sua affermazione sarà priva di sfumature. Nel suo quadro del mondo non ci sarà posto per il grigio. Secondo Hitler il propagandista deve fare suo « un atteggiamento sistematicamente unilaterale, rispetto ad ogni problema che affronti». Non deve ammettere di potersi sbagliare, o che possa avere in parte ragione chi non la pensa come lui.

(The Brave New World Revisited, Huxley 1958)

Siamo il paese delle sperimentazioni antidemocratiche e della destabilizzazione progettata a tavolino (da barche e panfili sono partiti ordini per distrarre con indagini giudiziarie e stragismi, per deindustrializzare e fare a brandelli la società a favore di massonerie e oligarchie finanziarie).

Siamo il paese della Diaz, dove è stata possibile la più grande sospensione dei diritti civili in un paese occidentale (per i fatti di Genova l’Italia fu condannata dalla Corte di Strasburgo ma il reato di tortura non fu mai introdotto mentre i torturatori restarono impuniti). Raccomando ai liceali di turno (che siano indegnamente a capo di un Ministero o suoi utili idioti delatori encomiati per essere occhi e orecchie di un dittatore che neppure riescono a vedere, drogati di soma [1]fino al midollo) di andarsi a riguardare il film-documentario di Daniele Vicari Diaz – Non pulire questo sangue .

Continua a leggere


Mica male eh?


Decreto Vaccini: il commento che sui giornali non leggerete mai.

C’era un tempo in cui qualcuno mandava affanculo tutti, per qualunque cosa. Era la rivoluzione. Mandava affanculo i corrotti, mandava affanculo i ladri. Mandava affanculo chi viveva attaccato alle poltrone, i giornalisti servi, i ministri, i banchieri senza scrupoli, mandava affanculo le case farmaceutiche e i loro business.

Oggi, proprio le case farmaceutiche e i loro business hanno messo a segno un colpaccio mica male. Con un decreto legge scritto dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, con il probabile aiuto dal consulente ministeriale Roberto Burioni,  il Governo ha emanato un decreto in base al quale i vaccini obbligatori passano da 4 (di cui uno conseguente a una tangente da 600 milioni pagata da GlaxoSmithKline al Ministro della Salute De Lorenzo, con sentenza confermata in cassazione), a 12. Dodici vaccini obbligatori. Non solo: impossibilità di frequentare le scuole da zero a sei anni per i non vaccinati, mentre per le scuole dell’obbligo pesanti sanzioni a carico dei genitori che non vaccinano, in tutto o in parte: fino a 7500 euro. E la segnalazione al Tribunale dei Minori per la sospensione della patria potestà.

Continua a leggere


Ecco la democrazia e la libertà di questa società.


LUI È IL MEDICO RADIATO DALLA LORENZIN PERCHÈ SI È OPPOSTO ALL’ OBBLIGO DEI VACCINI

https://youtu.be/-9Cu2z7Q48w 


“Ma non potete ingannare tutti per sempre”..


CLASSE POLITICA AL SERVIZIO DELLA GRANDE FINANZA

MESSAGGIO PUBBLICO DI PAMIO INDIRIZZATO AL MINISTRO DELLA SALUTE BEATRICE LORENZIN

lorenzin-ministra

Pubblichiamo di seguito il testo della lettera di MARCELLO PAMIO (titolo e sottotitoli di Valdo Vaccaro)

Ministra Lorenzin si dimetta quanto prima. GRAZIE, Marcello Pamio, 16 Maggio 2017.
“Potete ingannare tutti per un po’, potete ingannare qualcuno per sempre, ma non potete ingannare tutti per sempre”. Abramo Lincoln

SE LE STA A CUORE LA SALUTE DEGLI ITALIANI SI DIMETTA ALL’ISTANTE

Gentile Beatrice Lorenzin, quasi giornalmente i media italiani pubblicano le sue interviste nelle quali si evince che le starebbe a cuore la salute degli italiani, di tutti gli italiani bambini inclusi. Se questo fosse vero allora sarebbe di interesse nazionale se si dimettesse all’istante iniziando a fare la mamma a tempo pieno, così al massimo potrà fare danni pedagogici in famiglia, nella sua famiglia!

LEI È UNA PERSONA MANOVRATA DALL’ALTO MA QUESTO NON LA ESONERA DA GRAVISSIME RESPONSABILITÀ PERSONALI

Continua a leggere


Fatti una domanda..


vaccino2bfarmaco

FATTELA UNA DOMANDA E NON FARTI MINCHIONARE DAI SOLITI AMICI DEL GIAGUARO

Questo articolo composto solo da citazioni di medici, in particolare del Dottor Roberto Gava, farmacologo, tossicologo e cardiologo, vice-Presidente AsSIS (Padova), devono far riflettere e far aprire gli occhi a molti genitori che sono attenti alla salute e alla vita del proprio figlio. 
“Questi 35-40 anni di pratica medica specialistica accanto al bambino […] ci ha aperto gli occhi sulla realtà delle reazioni avverse causate dalle vaccinazioni pediatriche. Ci siamo infatti accorti che, dopo un’osservazione minuziosa e prolungata nel tempo di bambini vaccinati e non vaccinati, questi ultimi appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle prime vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari. Può capire, quindi, che la nostra osservazione non è rivolta solo alle patologie specificatamente interessate dalle vaccinazioni, ma alla salute globale del bambino, perché crediamo che questa sia la finalità e il dovere di ogni Medico.

Continua a leggere


Le polemiche non si placheranno?


Vaccino esavalente, ecco il documento “riservato” Glaxo che cita l’autismo

Il Tribunale di Milano ha stabilito che il ministero della Salute dovrà versare un assegno a un bimbo di 9 anni affetto dalla malattia dopo che nel 2006 ipotizzando una correlazione con il farmaco Infanrix Hexa Sk. Ilfattoquotidiano.it ha letto il documento della casa produttrice che cita tutte le possibili reazioni avverse.

Fa discutere la sentenza del Tribunale del Lavoro di Milano che afferma l’esistenza di “un nesso causale” tra il vaccino esavalente Infanrix Hexa Sk (contro difterite, tetano, poliomelite, epatite b, Haemophilus influenzae di tipo B e pertosse) prodotto da GlaxoSmithKline e l’autismo, e condanna il ministero della Salute (che ha “adottato” questo farmaco) a versare per tutta la vita un assegno bimestrale a un bimbo di nove anni affetto dalla patologia, al quale nel 2006 fu iniettato il vaccino.

Continua a leggere