Venti impetuosi di origine atlantica e carichi di missili stanno abbattendosi in questi giorni sulla già martoriata Siria in questo tempo di Quaresima. Ciò potrebbe aver indotto giustamente il lettore a non porre troppa attenzione a un fatto di cronaca avvenuto a Milano giovedì scorso. In seguito alla proposta avanzata già a gennaio nel democraticissimo Consiglio comunale del capoluogo lombardo da membri della lista civica Beppe Sala Sindaco, pare che – sul modello dell’altrettanto democraticissima regione Emilia Romagna – anche a Milano si voglia subordinare l’iscrizione agli asili nido e alle scuole materne comunali, convenzionate e aziendali, all’effettuazione della vaccinazione contro certe patologie.

Continua a leggere