Il nuovo dogma


Glaxo: non avrai altro vaccino all’infuori di me

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Devo ammettere che sui vaccini non ho alcuna certezza, non ho nemmeno competenze scientifiche per affermarne l’assoluta validità, oppure per denunciarne rischi accertati. Però in questa brutta storia molte cose non tornano, le ambiguità abbondano e le bufale ben orchestrate e indecifrabili  dell’informazione mediatica addensano la nebbia sulle verità.

Il vaccino sembra comunque essere diventato il nuovo dogma di fede, dogma di Stato, verità scientifica rivelata e imposta ai fedeli come principio sacrosanto.

Naturalmente come ogni fede assoluta suscita ribellioni eretiche e diserzioni agnostiche, scatena fanatismi da entrambi i versanti, con tutte le deviazioni del caso. Perché dunque tutta questa ansia, questo fanatismo, del tipo chi non si vaccina con me peste lo colga?

Sarebbe meglio invece spiegare pacatamente all’opinione pubblica quali studi hanno portato a decidere l’obbligatorietà di ben 10 vaccini nel primo anno di vita, cosa si sa delle possibili complicazioni, e come fare per evitarle. Perché infatti l’Italia sta adottando sulle vaccinazioni una politica ben diversa rispetto a quella degli altri Paesi, anche quelli più avanzati, dimostrandosi decisamente più rigidamente ottusa, o biecamente interessata, nonostante manchi l’evidenza di una pandemia immediata.

Fino a oggi infatti mancano studi scientifici solidi sulla frequenza delle complicazioni, infatti la ricerca sulle segnalazioni degli effetti collaterali dei vaccini è ancora piuttosto inattendibile. Il recente rapporto dell’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) non dà alcuna informazione utile a comprendere la dimensione del problema. Vengono evidenziate incidenze di possibili eventi avversi molto maggiori in alcune regioni rispetto ad altre, senza che nemmeno i medici sappiano spiegare bene cosa attendersi da possibili complicazioni. Continua a leggere

Annunci

Overdose Afgana


[RT DOC] Overdose Afgana. Dentro il traffico di oppio.

“L’Afganistan è il massimo esportatore, sul mercato nero mondiale, dell’oppio da cui si ricava l’eroina. È un affare miliardario, responsabile di circa 100˙000 decessi ogni anno; inoltre, esso rappresenta un’inesauribile fonte di finanziamento per i terroristi. Russia Today Documentary ha viaggiato tra le piantagioni di papavero in cui si semina la morte al fine di scoprire perché nessuno fermi questo traffico letale”.

[RT DOC]  Overdose Afgana. Dentro il traffico di oppio.

Traduzione e sottotitoli a cura di RICCARDO RADICI

Per attivare i sottotitoli premere il tasto in basso a destra.

https://www.pandoratv.it/?p=19911


Il quadro di riferimento


Roberto Germano: Inquinamento elettromagnetico (bassa frequenza)

Gli effetti biologici dei campi elettromagnetici a bassa frequenza (linee elettriche) sono stati a lungo sottovalutati a causa di modelli teorici che non ne prevedevano effetti tangibili se non al di sopra di soglie di intensità molto elevate; invece, sia studi epidemiologici che nuovi esperimenti fisici e biofisici hanno negli ultimi anni completamente cambiato il quadro di riferimento.

Roberto Germano: Inquinamento elettromagnetico (bassa frequenza)

https://www.pandoratv.it/?p=19867


Il tentativo di censura


Intervista a Antonietta Gatti – Fisico e Bioingegnere

Intervista a Antonietta Gatti – Fisico e Bioingegnere

Fin dal giorno della sua pubblicazione, la nuova ricerca di Antonietta Gatti e Stefano Montanari “New Quality-Control Investigations on Vaccines: Micro- and Nanocontamination” ha suscitato grande interesse in tutto il mondo. Ciò non poteva che suscitare il tentativo di censura da parte della longa manus di Big Pharma, ma il tentativo di rimozione dell’articolo ha fatto scendere in campo alcune tra istituzioni scientifiche più prestigiose del mondo.


Questa sarebbe scienza? 


sids

https://kiodofisso.com/freepost/2017/08/14/morti-in-culla-e-vaccini/

MORTI IN CULLA: PROSEGUONO LE STRAGI DI STATO…

Ennesimo caso di cronaca nera che riguarda un neonato.
Questa volta tocca a Monza dove una bimba di 4 mesi dentro la sua culla ha smesso di respirare.
Inutile sottolineare che quando un neonato muore non esistono parole per descrivere il dolore per l’intero pianeta.
Le parole però non devono più rimanere nascoste quando si tratta di denunciare al mondo una pratica che solo delle poveri menti ignoranti o in totale malafede non vogliono o non possono vedere. Mi riferisco alle vaccinazioni pediatriche.
Avete letto bene.

Continua a leggere


La sana ed antica arte del dubbio


La scienza oggi è davvero “scientifica”? Non proprio… Ecco perchè.

La scienza non sarà democratica, ma molti dei cosiddetti scienziati lo sono fin troppo. Ecco una raccolta di studi e articoli, pubblicati su autorevoli riviste scientifiche come Nature, che mettono in discussione l’attendibilità di moltissime ricerche scientifiche non verificate, e tuttavia prese per buone e utilizzate dalla comunità scientifica e dalle case farmaceutiche.

 

 

Ho deciso di leggervi l’articolo “La scienza è in crisi: i ricercatori non sanno più riprodurre e confermare molti degli esperimenti moderni“, pubblicato su SalutEuropa.org. Continua a leggere


Il giro d’affari intorno ai vaccini


Intervista a Brandy Vaughan – Ex Rappresentante della Multinazionale Farmaceutica Merck

Pandora TV ha intervistato Brandy Vaughan, ex dipendente della multinazionale farmaceutica Merck. Secondo la Vaughan, il giro d’affari intorno ai vaccini è oggi intorno ai 25 miliardi di dollari ma nei prossimi anni si incrementerà fino a raggiungere i 100 miliardi. Per questa ragione le case farmaceutiche stanno investendo somme enormi per il loro sviluppo. Tuttavia, i dati sulla salute della popolazione infantile americana – la più vaccinata al mondo – sarebbero tutt’altro che incoraggianti.

Traduzione a cura di Paola Testoni

Per approfondire le tematiche affrontate dalla Vaughan http://www.learntherisk.org

https://www.pandoratv.it/?p=18781