Chi dovrebbe dar da mangiare al Mondo


Ammazziamo Noi la Monsanto, prima che ammazzi i nostri figli

DI RAUL ILARGI MEIJER

TheAutomaticEarth.com

Nel nostro mondo ci sono molte industrie  che hanno causato delle enormi devastazioni. Pensiamo alle grandi compagnie globali, alle banche, al petrolio, pensiamo alla plastica. Ma c’è un altro campo che che sta molto peggio di tutti gli altri: l’agro-chimica. A un certo momento, non molto tempo fa, i grandi produttori della chimica, che fino ad allora si erano tenuti occupati a produrre solo l’Agent Orange, i gas nervini e le sostanze chimiche che servivano per le docce nei campi di concentramento, ebbero l’idea di usare i loro prodotti nella produzione alimentare.

Dopo aver cominciato con fertilizzanti ecc., hanno pensato che rendere i raccolti completamente dipendenti dalle sostanze chimiche sarebbe stato, per loro, molto più redditizio. Hanno cominciato a comprare semi e hanno cominciato a manipolarli. Poi hanno convinto sempre più contadini, o meglio sempre più consorzi alimentari, che i “parassiti” che minacciavano i raccolti, potevano essere semplicemente uccisi, senza dover ricorrere ai metodi della natura per controllarli.

Continua a leggere

Annunci

Nanopathology


Gli ultimi studi sull’impatto dei nanomateriali sull’uomo. Gli interventi di Sonia Manzo e Antonietta Gatti al congresso “Nuove frontiere della biologia” svoltosi a Roma il 2 marzo scorso.

Il mondo nuovo? Pnt 10 – L’impatto delle nanoparticelle sull’uomo – Sonia Manzo – Antonietta Gatti

21/05/2018 by 

Il braccio violento dell’UE


 

E’ ormai guerra aperta tra le associazioni, gli agricoltori, i comuni pugliesi e l’Unione Europea, che, dopo aver aperto una procedura di infrazione nel 2016, ha appena deferito l’Italia alla Corte Europea per non aver adempiuto agli obblighi imposti da Bruxelles per eliminare la xylella.

18/05/2018 by 

Non rimangono molti dubbi


VIDEO SHOCK LE ORIGINI DELL’AIDS

Hilary Koprowski è morto l’11 aprile 2013 e si è portato nella tomba uno dei più inquietanti segreti della storia della medicina raccontati in questo documentario shock frutto di una meticolosa ricerca molto ben documentata dalla Tv Svizzera Italiana

 

Le origini dell’Aids – documentario shock!

 

Hilary Koprowski è morto l’11 aprile 2013 e si è portato nella tomba uno dei più inquietanti segreti della storia della medicina raccontati in questo documentario shock, frutto di una meticolosa ricerca molto ben documentata dalla TV Svizzera Italiana. E’ anche un’ulteriore occasione per capire qualcosa di più sui vaccini, perché l’idea che proprio un vaccino antipolio sia stato la causa del trasferimento del virus da animale a uomo è davvero sconcertante. Anche se si può tranquillamente affermare che non rimangono molti dubbi circa l’origine di questa epidemia, la risposta è ben diversa da quella che ci è stata sempre venduta. Pubblicato il 25 maggio 2013

http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/archivi/video/5868-le-vere-origini-dell-aids


Chi non studia la storia..


Medici che resistono: Gabriella Lesmo

 

Chi non studia la storia è destinato a subirla. Nell’Inghilterra del diciannovesimo secolo, per contrastare il diffondersi del vaiolo, il Parlamento inglese emanò quattro leggi, chiamate Vaccination Acts, che obbligavano a vaccinare tutti i bambini. I vaccini (chiamati così per via del fatto che si trattava sostanzialmente di trasferire il pus dalle pustole di una mucca infettata con vaiolo bovino a una ferita provocata ad arte in un corpo umano) avevano anche effetti collaterali che portavano anche alla morte. I genitori che si rifiutavano di vaccinare i proprio figli erano soggetti al pagamento di pesanti sanzioni, e non solo. Perfino quei genitori che avevano avuto anche due figli gravemente danneggiati o deceduti in conseguenza del vaccino, e che si rifiutassero di vaccinare il terzo, finivano in prigione o perdevano la casa.

Continua a leggere


Nessuno ha ancora collegato i vari puntini..


Pazzia Chimica!

DI ROBERT HUZINKER

counterpunch.org

L’umanità intera rischia attualmente l’esposizione ad agenti chimici tossici praticamente dappertutto, allo stesso modo del Cappellaio Matto del famoso Alice nel Paese delle Meraviglie. E magari, come risultato, perderà qualche rotella e diventerà orribilmente, terribilmente malata.

Dalla primavera del 2018 l’EPA (United States Environmental Protection Agency – Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti) deciderà se rischiare il massacro degli uccelli, delle api e degli altri impollinatori, che hanno una funzione determinante in agricoltura, aumentando allo stesso tempo le probabilità di insorgenza di malattie croniche nella popolazione. Il problema che si nasconde dietro tutto questo flirtare con malattie, infermità, dolore e morte è la regolamentazione (o meglio la sua mancanza) dei pesticidi chimici.
Nel frattempo, su scala planetaria, dopo decenni di eccessi, il pianeta gorgoglia e affoga, sommerso da una marea di prodotti chimici, in lungo e in largo, in alto, fin sul Monte Everest (arsenico e cadmio) e in profondità, nei calamari intrisi di PCB della Fossa delle Marianne, luminescenti e tossici. Continua a leggere


Il mondo nuovo?..


I due interventi del premio Nobel Luc Montagnier presso il convegno “Nuove frontiere della biologia” a Roma lo scorso 2 marzo.